Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione accetta il loro uso.
Per ulteriori informazioni Clicca qui

Ufficio di Piano

UFFICIO DI PIANO

L’Ufficio di Piano è la struttura tecnico-amministrativa che opera in pieno raccordo con l’organismo di rappresentanza politica, assicurando il coordinamento degli interventi.

Viene individuato attraverso l’accordo di programma e assume un ruolo di coordinamento, di istruttoria e di gestione del piano.

L’Ufficio di Piano supporta l’organismo politico in tutte le fasi del processo programmatorio e in particolare, con la supervisione costante dello stesso:

  • gestisce gli atti conseguenti all’approvazione del piano di zona, progettando e valutando i servizi e gli interventi attraverso gli strumenti e le procedure amministrative più adeguate;
  • gestisce in base alle indicazioni politiche le risorse finanziarie destinate annualmente al territorio dallo Stato e dalla Regione (quali per esempio: Fondo nazionale politiche sociali – Fondo non autosufficienza – Fondo sociale regionale);
  • cura i rapporti con i soggetti pubblici e privati del contesto sociale territoriale e ne promuove la comunicazione e lo scambio di informazioni;
  • garantisce il costante collegamento tra Azienda Sociale, i Comuni dell’ambito, i servizi dell’ATS e ASST e le realtà della cooperazione sociale e dell’associazionismo;
  • svolge l’attività di segreteria organizzativa dell’assemblea dei sindaci di ambito sociale e della commissione ristretta;
  • opera congiuntamente all’Azienda Sociale Centro Lario e Valli ed ai rappresentanti del terzo settore del territorio al fine di
  • confrontarsi sui bisogni rilevati al fine di fornire risposte adeguate e sostenibili, in particolare su situazioni complesse, che richiedono risposte progettuali e non standardizzate;
  • elaborare strumenti uniformi quali cartella sociale, protocolli operativi, stesura di regolamenti, report raccolta dati;
  • collaborare per garantire e rendere efficace il dialogo tra le istituzioni e le rappresentanze dei cittadini e del terzo settore.

L’Ufficio di Piano, presieduto dal Presidente della Commissione ristretta, è gestito da un responsabile individuato dall’Ente Capofila tra i dipendenti dello stesso.

L’Ufficio di Piano si avvale del personale amministrativo dell’Ente Capofila individuato nell’Accordo di Programma per predisporre i documenti e produrre gli atti necessari all’attuazione del Piano di Zona e alla rendicontazione delle attività svolte nei confronti della Regione Lombardia. 

Nella sua attività di supporto alla programmazione, il responsabile risponde al Presidente dell’Assemblea dei Sindaci circa gli indirizzi e gli obiettivi di politica sociale e curare l’attuazione di quanto previsto nel Piano di Zona, mentre per la gestione delle attività dell’Ufficio di Piano risponde funzionalmente all’Ente capofila.

Pertanto, per il funzionamento si applicano le procedure e le responsabilità previste nei regolamenti dell’Ente Capofila, all’interno del quale è organicamente inserito per la parte amministrativa e gestionale, rimanendo dipendenti dall’Assemblea dei Sindaci per la parte funzionale di indirizzo politico.

  ASSEMBLEA DEI SINDACI DI AMBITO SOCIALE

Nel corso del 2015 è stata identificata l’Assemblea dei Sindaci di ambito sociale come organismo politico, quale espressione di continuità rispetto alla programmazione sociosanitaria e ambito dell’integrazione tra politiche sociali e politiche sanitarie, per la quale va definito un regolamento di funzionamento, che farà riferimento alle regole di funzionamento previste per l’assemblea distrettuale dei sindaci (individuata e normata ai sensi dell’art. 9 comma 6° della l.r.11.07.1997, n.31 e delle direttive approvate con dgr. n.41788/1999).

L’Assemblea dei Sindaci di ambito sociale è pertanto l’organismo politico dei Piani di Zona.

L’Assemblea dei Sindaci, nell’ambito delle funzioni alla stessa attribuite dalla normativa regionale in materia:

  • individua e sceglie le priorità e gli obiettivi delle politiche locali di carattere sociale;
  • verifica la compatibilità tra impegni presi e risorse necessarie;
  • delibera in merito all’allocazione delle risorse del Fondo Nazionale Politiche Sociali, Fondo Sociale regionale e del Fondo non autosufficienza;
  • governa il processo di integrazione tra i soggetti sottoscrittori e aderenti al Piano di Zona;
  • designa e monitora l’attività dell’ente capofila dell’Accordo di programma;
  • individua la composizione della commissione ristretta dell’Ufficio di Piano;
  • presiede il governo politico del processo di attuazione del Piano di Zona, con l’ausilio della commissione dell’Ufficio di Piano;
  • approva il programma triennale del Piano di Zona;
  • approva il documento Piano Operativo, quale documento di programmazione annuale;
  • approva il report annuale sull’attuazione del Piano Operativo del periodo di riferimento e del Piano di Zona complessivo;
  • si avvale dell’Ufficio di Piano quale struttura tecnico-organizzativa di supporto e di coordinamento alla realizzazione delle attività previste, per il tramite della commissione ristretta.

 

La presidenza dell’Assemblea dei Sindaci è eletta nella prima seduta e definita tramite votazione assembleare: è eletto presidente chi ha ottenuto il maggior numero di voti, tramite scrutinio segreto, secondo il metodo del voto unico e ponderato in rapporto alla consistenza numerica della popolazione rappresentata.

L’Assemblea elegge con le stesse modalità il vice-presidente per la sostituzione del presidente, in caso di assenza o impedimento dello stesso.

Il Presidente ed il Vicepresidente restano in carica per il periodo di validità del Piano di Zona e possono essere rieletti.

L’assemblea dei sindaci di ambito sociale si avvale di una struttura tecnica con funzione di ufficio di piano.

COMMISSIONE RISTRETTA DELL’UFFICIO DI PIANO

La commissione ristretta dell’Ufficio di Piano è l’organismo che rappresenta l’Assemblea dei Sindaci di Ambito Sociale.

La commissione nell’ambito delle deleghe ricevute:

  • monitora sull’attività dell’Ufficio di Piano e sull'esecuzione dell'Accordo di Programma e del relativo Piano di Zona, consultando il responsabile dell’Ufficio di Piano ed il funzionario apicale dell’Ente Capofila;
  • istruisce gli atti di competenza assembleare.

La Commissione è individuata dall’Assemblea di Ambito Sociale ed è presieduta dal Presidente dell’Assemblea dei Sindaci di ambito sociale, coadiuvato dal vice presidente e da n.8 sindaci.

La votazione relativa alla nomina dei membri avviene con le stesse modalità previste per la nomina del Presidente dell’Assemblea d’Ambito Sociale, di cui all’art.4.

I membri della Commissione restano in carica per tutta la durata del Piano di Zona e sono rinnovabili.

Responsabile Ufficio di Piano: dott.ssa Elena Grismondi Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.